Vikara è cambiamento.

In lingua sanscrita, la parola Vikara significa “cambiamento”. Questo è il motivo principale per cui io tengo molto a queste tecniche. Queste meravigliose procedure energetiche spesso aiutano le persone a cambiare il loro approccio alla vita, riuscendo quindi a ridefinirlo con maggiore consapevolezza.
Io penso che una delle più importanti parti di questo lavoro è affrontare le proprie difficoltà in maniera più creativa.
Ho notato che spesso lavorando in gruppo e combinando tecniche diverse, la spontanea creazione di situazioni divertenti è un elemento fondamentale per riuscire ad affrontare i propri problemi, spesso superandoli, con leggerezza.



EFT
(Emotional Freedom Techniques)

EFT è stato ideato nel 1995, da Gary Craig. È considerato una delle procedure complementari più efficaci dell'auto-aiuto, ed è una tecnica che si basa sulla digito-pressione di alcuni punti dei meridiani energetici.

La tecnica EFT aiuta a capire la problematica e modificare quindi la percezione e l'atteggiamento rispetto al problema.

EFT può aiutare a risolvere il problema del controllo del dolore, panico, rabbia, paura etc... Dal mio punto di vista questa tecnica mi appassiona e convince molto, poiché è una pratica che si può effettuare da soli o in compagnia, ed è un metodo estremamente efficace e facile da eseguire.

TAT
(Tapas Acupressure Technique)

TAT è una terapia di medicina alternativa ideata da Tapas Fleming nel 1993. Questa tecnica può essere utile per coloro che soffrono di vecchi traumi e delle conseguenti emozioni negative. Inoltre aiuta a capire con chiarezza il problema e da dove esso deriva.

Durante questa procedura si esercita la digito-pressione su alcuni punti energetici. Si fa chiarezza sull'origine del problema, in che punto del corpo esso si manifesta, e alla fine dell'esercizio spesso si riesce a ridimensionare questa problematica, riuscendo a scioglierla.



WHEE
(Whole Health - Easily and Effective)

Il dott. Daniel Benor (psichiatra) ha sviluppato il metodo di auto-aiuto WHEE, basato su una tecnica già esistente quale EMDR. WHEE è una procedura molto semplice, che prevede il battito alternato delle mani sul corpo, mentre si verbalizza il problema.
Questa tecnica si differenzia dalle altre nel fatto che è discorsiva. Ciò aiuta la persona a prendere coscienza della problematica di base, ed elaborando la percezione del problema avviene spesso un naturale superamento di esso.



Energy Medicine di Donna Eden

Medicina energetica, terapia energetica e guarigione energetica fanno parte della medicina alternativa.
L'idea principale è che il corpo può rigenerare se stesso ed effettuare un notevole miglioramento della propria condizione fisica e mentale.

Energy medicine è una tecnica ideata da Donna Eden e agisce sui meridiani (canali energetici) per indurre un flusso energetico più salutare. Il suo lavoro consiste in vari esercizi che sciolgono le energie negative dando una maggiore energia corporea e mentale.
È una meravigliosa tecnica che dà ottimi risultati ancor meglio se combinata con tecniche come EFT, TAT e WHEE.

Brain Gym di Paul E. Dennison

Il dott. Dennison è pioniere nello studio delle problematiche dell'apprendimento.
La base di Brain Gym è incentrata su degli esercizi coordinati che stimolano sia la sfera destra che quella sinistra del cervello mentre si compiono specifici esercizi fisici.

Si compiono "movimenti della linea mediana", "movimenti di allungamento", "movimenti energetici" allo scopo di sviluppare una maggiore capacità di apprendimento. Infatti queste tecniche sono utilizzate in molte scuole americane e inglesi per affrontare problemi come la dislessia ed altri legati all'apprendimento.

Questi sono esercizi molto efficaci e allo stesso tempo piacevoli da eseguire.



Shao Ki di Shai Holsaert

La tecnica Shao Ki ideata da me molti anni fa, ha come finalità il recupero dell'equilibrio psico-fisico attraverso un lavoro dinamico, stimolante, rilassante, e, per certi aspetti, anche divertente.

Lo Shao Ki può rivelarsi molto utile per i pazienti oncologici perchè gli esercizi di stiramento dinamico spesso aiutano a scaricare tensioni e paure; i movimenti tonici e stimolanti spesso portano il paziente ad avere una visione più ottimista e una maggiore fiducia nella propria capacità di affrontare il percorso della malattia.

La tecnica Shao Ki comprende anche alcuni esercizi di rilassamento guidato, di visualizzazione ed esercizi di respirazione.



Thanks to:

Davide Cufaro Petroni
Luca Lacasella
Susy Lettini
Tommaso Notarangelo
Donato Scarafino